“Non credo ai miei occhi” Comincia così Antonio Misiani, deputato PD, commentando le rivelazioni anonime di alcuni dipendenti Trenord che avrebbero ammesso di non puntare alla puntualità perchè non redditizia per le loro buste paga. “Se in tutto questo c’è una logica, a me sfugge. In ogni caso, premiare chi arriva volutamente in ritardo suona decisamente aberrante…. Mi auguro che Trenord e i sindacati risolvano la questione subito, senza perder altro tempo. È una questione di rispetto: in una situazione difficile, segnata da continui disservizi, sarebbe paradossale continuare a lasciare spazio a comportamenti scorretti nei confronti dei cittadini utenti.”