L'occupazione dei binari della stazione di Treviglio da parte dei pendolari è il segnale della situazione insostenibile del trasporto ferroviario locale: vetture spesso sporche o gelide, convogli strapieni, da ultimo persino episodi di criminalità. Su quest'ultimo fronte va sicuramente valutata positivamente la riunione del Comitato interprovinciale per la sicurezza svoltasi a Milano. Rimangono però aperti i problemi legati al materiale rotabile e alla qualità complessiva del servizio. Il 25 ottobre scorso io e l'on. Elena Carnevali avevamo incontrato l'amministratore delegato di Trenord, che ci aveva descritto le difficoltà ma anche le iniziative in atto per superare le criticità evidenziate dagli utenti. Da allora purtroppo molto poco si è concretizzato. È necessario che le istituzioni bergamasche tornino alla carica con la Regione e Trenord per ottenere per i pendolari bergamaschi un servizio ferroviario degno di un Paese civile.

 

Antonio Misiani

Deputato Pd