QN 13-7-2014 «COMPAGNI, BISOGNA TAGLIARE DI PIU’. MA NON C’è POLITICA SENZA APPARATO»

di Francesco Ghidetti  «LASCIAMO perdere. Il tempo è sempre galantuomo». Antonio Misiani, bergamasco, classe 1968, già tesoriere del Pd ‘ai tempi’ di Pier Luigi Bersani e poi di Guglielmo Epifani, sorride. Polemica con il nuovo corso renziano? «E perché mai? Il Pd è il mio partito. Ha vinto le elezioni. Ha 11 e passa milioni di voti. Ha il leader più popolare d’Italia...». Beh, non vorrà negare il rosso di quasi undici milioni... «Per niente. Ma il 2013 è stato durissimo per tutti: Forza Italia ha chiuso in disavanzo di quasi 16 milioni, il Pdl...

Antonio Misiani: Chi ostacola l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti

È passata un'altra settimana e il ddl che abolisce il finanziamento pubblico ai partiti rischia di non essere discusso dall'aula della Camera dei Deputati. Mentre il Pd sta facendo una battaglia di trasparenza e legalità, il Pdl non riesce a chiudere l'accordo e si dedica a lotte interne. I parlamentari del Pdl che intendono confluire nella "nuova" Forza Italia lavorano affinché i rimborsi elettorali del vecchio Pdl possano confluire nelle casse di Fi; di contro, coloro che hanno scelto di rimanere nelle file del Pdl remano nella direzione opposta per trattenere le risorse pubbliche. Il...

Radio24 – Finanziamento pubblico ai partiti, tutto fermo. Misiani (Pd) e Lombardi (m5s) divisi sul tetto

Pd e Pdl non riescono a trovare un accordo sul ddl che prevede l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Il Pd ha proposto un tetto massimo annuo di 100 mila euro a donazione, ma il Pdl non ci sta.    Finanziamento pubblico ai partiti, Lombardi, m5s: "Privilegiamo le microdonazioni" Il movimento 5 stelle, da parte sua, ne propone l'abolizione con un disegno di legge e fissa un tetto massimo di 5000 euro. "Privilegiamo le microdonazioni, in modo tale da evitare quei fenomeni di finanziamento mascherato da parte delle lobby" - ha detto detto l'onorevole Roberta...

La Repubblica, 25-09-13 “Anche la destra deve capire che un miliardario senza limiti squilibra la sfida tra politici”

Intervista a La Repubblica - di Tommaso Ciriaco ROMA-La galassia berlusconiana non accetta un tetto al finanziamento dei privati ai partiti. Il Pdl sceglie la trincea. Ma sul punto, spiega il tesoriere Antonio Misani, i democratici sono pronti a combattere. Senza cedimenti: «Non è possibile che il Popolo delle libertà voglia ricorrere alla scorciatoia del partito del grande miliardario».Per questo,la strada del ddl resta in salita. Quella di un decreto, invece, secondo l'esponente dem risulta impraticabile: «Non ci sono i requisiti». Onorevole Misiani, cirisiamo: incagliati su Berlusconi. Ma non vi sembra di chiedere troppo a un partito che da sempre può contare sulle immense risorse del Cavaliere?«In questo modo siripete quanto già accaduto di recente, con Berlusconi che fornisc 18 milioni di euro al Pdl....