PICCOLI COMUNI: MISIANI, LA SFIDA È AVVIARE UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO SOSTENIBILE

“L'Italia dei piccoli comuni non è un ‘piccolo mondo antico’: rappresenta un segmento molto significativo del Paese, che copre più di metà della superficie, ospita quasi un quinto della popolazione e raccoglie oltre due terzi dei municipi italiani. Non mancano i problemi, nelle piccole comunità locali: lo spopolamento, l'invecchiamento, l'indebolimento dei servizi pubblici e il digital divide. Ma questa parte d'Italia incrocia alcune delle opportunità più interessanti per il futuro, come la green economy, il turismo culturale, l'agroalimentare. La frammentazione istituzionale è un limite su cui il governo è già intervenuto e dovrà insistere, spingendo...

Italia Oggi – 22 luglio 2016 – UNA TOPPA AI BILANCI PROVINCIALI

Con 148 mln conti in salvo, ma preoccupano i tagli 2017 Dopo l'esame dei 619 emendamenti ammissibili (e l’approvazione di 99, tra cui alcune proposte dell’opposizione) il decreto legge 113 sugli enti territoriali ha allargato notevolmente il novero delle materie interessate. Gli interventi principali del testo iniziale erano l’eliminazione della sanzione economica per lo sforamento del patto di stabilità da parte di province e città metropolitane, il recepimento degli accordi dello Stato con la Sicilia e la Valle d’Aosta, il piano straordinario di assunzioni per scuole d’infanzia e asili nido, la proroga di Equitalia per...

l’Eco di Bergamo 24 luglio 2016 AI COMUNI FONDI PER ESTINGUERE I MUTUI. E PER LA PROVINCIA 1,3 MILIONI AI DISABILI

L'Eco di Bergamo, - Fausta Morandi Li hanno accesi, negli anni, per realizzare interventi sul territorio. Ma oggi i mutui contratti dai Comuni contribuiscono, nel loro piccolo, ad appesantire il debito pubblico Così, aiutare le amministrazioni a estinguerli è un’operazione virtuosa, che il Parlamento ha deciso di sostenere. Uno degli emendamenti inseriti nel decreto enti locali (relatore il democratico bergamasco Antonio Misiani) prevede proprio uno stanziamento di 136 milioni in tre anni, a livello nazionale, per aiutare i Comuni a pagare le penali (circa il 20% del capitale residuo) per chiudere in anticipo i mutui...