“Di cose demenziali in questi mesi ne abbiamo viste tante, purtroppo, ma l’attacco a testa bassa dei 5 Stelle contro la proposta del PD sulla giusta retribuzione è una tra le peggiori. Proveremo a spiegarlo loro in Parlamento e nel Paese, anche con i disegnini se necessario: prevedere per legge un salario minimo uguale per tutti a prescindere dai minimi contrattuali, come vuole fare il M5S, è una scorciatoia controproducente, che avrebbe come unica conseguenza la fuga delle aziende dalla contrattazione collettiva e un netto peggioramento della condizione di milioni di lavoratori. Dare valore legale ai contratti nazionali delle organizzazioni più rappresentative è la via maestra per stroncare il dumping sociale e tutelare realmente i salari e i diritti dei lavoratori. Lo hanno detto e ridetto le parti sociali, lo ribadisce la proposta di legge che il PD ha presentato oggi. I 5 Stelle in quasi un anno di governo hanno già prodotto danni incalcolabili, portando l’Italia in stagnazione e peggiorando drammaticamente la condizione economica e sociale del Paese. Non permetteremo loro di farne ulteriori facendo propaganda sulla pelle dei lavoratori”. Lo afferma il senatore Antonio Misiani, capogruppo Pd in commissione Bilancio.