“Sui risparmiatori truffati si sta consumando una farsa. Il Fondo per risarcire i cittadini non si vuole fare. Un vergognoso scaricabarile che vede protagonisti Salvini, Di Maio, Tria, Villarosa, con Conte che si sottrae agli impegni presi dopo aver annunciato in modo propagandistico il suo prioritario impegno”. Lo dichiarano in una nota congiunta i senatori Pd Ferrazzi, Boldrini, D’Alfonso, Misiani, Mauro Marino e Sbrollini.

“È grave che nessuna risposta sia giunta – proseguono i senatori dem – alla richiesta di accesso agli atti sulla corrispondenza tra Mef e commissione europea. Oggi, sono scaduti i termini. Non ci fermeremo. Presenteremo motivato ricorso presso la commissione per l’accesso ai documenti amministrativi della Presidenza del Consiglio dei ministri. La strada da percorrere appare obbligata. Venga convocato il Consiglio dei ministri e si istituisca il Fondo senza prevedere ulteriori burocratiche procedure che allontanano le soluzioni necessarie. Con le regole stabilite dai precedenti governi e annullate dalla maggioranza giallo-verde – concludono i senatori – i risparmiatori sarebbero stati già risarciti”.