Roma, 25 set - ''In assenza di un tetto, l'intero sistema e' squilibrato perche' si lascia spazio a un modello in cui i grandi finanziatori privati sono liberi di condizionare le scelte delle singole forze politiche''. Lo afferma il tesoriere del Pd Antonio Misiani in un'intervista a Repubblica a proposito della riforma della legge sul finanziamento ai partiti che arrivera' in Aula alla Camera senza che la commissione abbia trovato un accordo sul nodo dei finanziamenti di privati alla politica.

 ''Il Pdl dovrebbe avere la forza di guardare ai prossimi 20 anni. A come vogliamo la nostra democrazia. Un centrodestra che puo' contare su milioni di voti ha tutte le possibilita' di ricorrere a un sistema di donazioni con un tetto massimo'', spiega Misiani per il quale ''il tetto che proponiamo e' piu' alto di quello previsto nelle altre democrazie''.