DON ALGERI: MISIANI (PD), LA SUA SCOMPARSA È UNA DOLOROSA PERDITA PER LA COMUNITÀ

L’improvvisa scomparsa di don Edoardo Algeri è una dolorosa perdita per la Chiesa bergamasca e italiana. Don Algeri era un sacerdote di grande spessore umano e culturale, che ha ricoperto incarichi di grande responsabilità a livello nazionale su un tema chiave come la famiglia. Nonostante i suoi molteplici impegni, ha però sempre mantenuto un rapporto profondo con la terra e la comunità bergamasca. Nella parrocchia di Borgo S. Caterina io e la mia famiglia abbiamo avuto il privilegio di costruire con don Edoardo un forte legame spirituale e di amicizia. Ci mancheranno moltissimo la sua...

SEGRETARI COMUNALI: MISIANI (PD), LA CARENZA È ORMAI INSOSTENIBILE. INTERVENGA IL GOVERNO

Un’interrogazione al Ministro dell’interno, presentata dal senatore Antonio Misiani e sottoscritta da altri 29 componenti del gruppo PD al Senato. È l’iniziativa assunta dal Partito Democratico sulla grave carenza di segretari comunali, che mette a rischio il funzionamento di centinaia di amministrazioni comunali in tutta Italia. Secondo Misiani “la situazione è ormai insostenibile, soprattutto nelle regioni del Nord: Liguria, Piemonte, Lombardia, ma anche in Abruzzo. In Lombardia oltre metà dei comuni con meno di 10 mila abitanti non hanno un segretario titolare. I disagi sono notevoli, con il moltiplicarsi di incarichi a scavalco e situazioni...

Manovra, Misiani: Il premier presenta alle parti sociali la proposta PD

“Il premier Conte di fronte alle parti sociali si e’ dichiarato a favore di un taglio del cuneo fiscale per i lavoratori. È esattamente la proposta che il Pd ha presentato mesi fa con il Piano per l’Italia. Bastava chiederci una copia, gliene avremmo fornita volentieri una. Ad ogni modo, bene cosi’. Il premier si e’ accorto, meglio tardi che mai, che la Flat Tax e le altre proposte di taglio delle tasse di Salvini e Di Maio sono inique e impraticabili. È un primo salutare bagno di realta’, speriamo ne seguano altri”. Lo scrive...

Tre priorità per uscire dalla stagnazione

Il Pil e le chiacchiere stanno a zero. Tutti gli indicatori confermano la stagnazione. La congiuntura è peggiorata in quasi tutta la zona Euro ma il divario di crescita tra l’Italia e il resto d’Europa si è allargato. Un dato, quest’ultimo, che certifica il fallimento della politica economica del Governo gialloverde. L’“anno bellissimo” pronosticato dal presidente Conte è diventato un “anno perduto”. Lega e 5 Stelle avevano puntato tutto sull’effetto espansivo del reddito di cittadinanza e di quota 100. Questa scommessa è stata clamorosamente persa e il 2020 è una grande incognita. Salvini e Di...