Se il governo non darà risposte concrete nei prossimi giorni, la vicenda Italcementi si concluderà malissimo per centinaia di lavoratori, che a fine anno verranno licenziati. È un esito assolutamente inaccettabile, che va scongiurato facendo fronte comune nei confronti dell’esecutivo e dell’azienda. Non prorogare la cassa integrazione disattenderebbe tutte gli sforzi delle ultime settimane. Penalizzare i lavoratori che hanno sottoscritto il piano sociale sarebbe una scelta assurda e controproducente, che costituirebbe un precedente assolutamente negativo nella gestione delle crisi aziendali. Le parole arroganti usate dal sottosegretario Sorial non lasciano molte speranze, purtroppo, ma non possiamo lasciare nulla di intentato. Personalmente, se la questione non verrà risolta alla Camera nei prossimi giorni presenterò un emendamento alla legge di bilancio non appena approderà in Senato. Mi auguro che i parlamentari bergamaschi della Lega e del Movimento 5 Stelle lo condividano e lo sostengano, esercitando il massimo della pressione nei confronti del governo.

Antonio Misiani
Senatore PD