scuola,governo,letta,decreto legge,internet,edilizia scolastica,diritto allo studioIl decreto legge approvato oggi dal consiglio dei ministri rappresenta una buona notizia per la scuola italiana e bergamasca: lo Stato, finalmente, torna ad investire sulla formazione dei giovani. 

In tempi non facili per la finanza pubblica il governo Letta ha invertito una tendenza negativa che durava da molto tempo. Il decreto - fortemente voluto dal PD - comprende interventi per il diritto allo studio scolastico e universitario e la riduzione del costo dell’istruzione per le famiglie, per l’orientamento e la lotta alla dispersione, con la continuità didattica all'educazione speciale attraverso l'adeguamento dell'organico di diritto dei docenti di sostegno, la qualificazione della funzione docente e la programmazione del reclutamento stabile degli insegnanti e del personale tecnico amministrativo, con l'avvio a soluzione del problema dei docenti inidonei. Positive anche le misure per promuovere l’uso della rete internet e per l’edilizia scolastica, con la cooperazione con la Banca Europea per gli investimenti.