“A giugno (rigorosamente dopo le elezioni europee) arriverà il taglio delle pensioni. D’oro? No, quelle superiori a 1.500 euro. È uno dei tanti frutti avvelenati della demagogia della Lega e dei 5 Stelle, che gli italiani stanno pagando sulla propria pelle”. Così Antonio Misiani, capogruppo Pd in commissione Bilancio al Senato.