L'aumento da 250 a 400 milioni dello stanziamento 2015 del fondo per le non autosufficienze, deciso oggi dalla commissione bilancio della Camera, è un fatto importante e positivo. È una scelta che raccoglie le tante sollecitazioni degli enti locali, delle associazioni dei malati di SLA, del terzo settore e dei sindacati e che viene dopo la decisione di stabilizzare una dotazione di 250 milioni per il fondo (che in precedenza veniva finanziato anno per anno). Tanto resta ancora da fare, ma dopo anni di tagli ora si apre una prospettiva più certa per le politiche rivolte ai non autosufficienti.